Malvasia

Le varietà di Malvasia nel mondo sono numerose, quasi quante le tipologie di vino alle quali può dare origine: dal bianco secco e strutturato, a quello dolce da dessert, al bianco frizzante ai rossi fermi e spumantizzati. Di antiche origini greche sembra però che la Malvasia coltivata nella zona della Rete Carso – Kras arrivò importata dai Veneziani.

La malvasia prodotta localmente, dal Carso all’Istria, è un vino secco, non aromatico a bacca bianca. È molto versatile e può dar vita ad un’intera gamma di stili diversi: da un vino fresco che passa solo in inox, a quello affinato in legno. Si presta bene alla spumantizzazione e probabilmente dà il meglio di sé macerata.

In bocca è elegante, asciutta, molto sapida e con chiusura finale piacevolmente ammandorlata. Se vinificata in bianco all’olfatto può offrire eleganti sensazioni floreali e aromatiche.
Se macerata sprigiona aromi di frutta gialla matura, spezie, note balsamiche e di erbe aromatiche.

Visualizzazione di 6 risultati

In collaborazione con